THE PHOTOGRAPHER OF THE WEEK #022

VALERIO BISPURI

VALERIO BISPURI

(Roma, 1971)

 

Fotoreporter che collabora con numerose riviste italiane e straniere ha realizzato reportage in tutto il mondo anche se  è in America Latina che vive e lavora da anni.

Per dieci anni si è occupato di “Encerrados”, un progetto fotografico che mostra le condizioni di vita dei carcerati di tutti i paesi del continente latino-americano.

Ha realizzato questo progetto fotografando in 74 istituti penitenziari, dai carceri di massima sicurezza alle prigioni femminili, raccontando la difficile realtà sociale di un intero continente.

 

Altro suo progetto a mio parere bellissimo è Paco…

Il paco è un prodotto di scarto della lavorazione della cocaina che si è diffuso soprattutto nei quartieri periferici di Buenos Aires e, in seguito, nelle favelas e nelle periferie di tutto il Sudamerica.

Definito "la droga dei poveri" per il suo basso costo è un prodotto di pessima qualità ed estremamente dannoso, i cui principali acquirenti sono perlopiù minorenni.

Bispuri si è calato in questa realtà, vivendo con loro, condividendo la loro sofferenza e la loro vita nei ghetti periferici, fornendoci una documentazione su un fenomeno poco conosciuto ma non per questo meno allarmante.

 

da brivido...

 

THE PHOTOGRAPHER OF THE WEEK #021

SIMONA GHIZZONI

SIMONA GHIZZONI

 

REGGIO EMILIA 1977

 

 

 

Una stanza qualunque, o la capanna buia d’un villaggio. Basta una lametta acquistata al mercato, un coltello affilato o solo un vetro rotto. A volte ago e filo, oppure le spine di un rovo selvatico. Le donne di casa tengono ferma la bambina, mentre un’estranea viene pagata per infliggerle un dolore che non dimenticherà mai.

 

Per 200 milioni di donne al mondo, il passaggio dall’infanzia all’età adulta è marchiato con il sangue di una mutilazione genitale.

 

 

Uncut… questo è il titolo del lavoro di Simona Ghizzoni, fotografa che predilige progetti a lungo termine dove racconta la condizione della donna mischiando con maestria unica il lato documentaristico  a una sua ricerca personale.

 

 

Con Uncut racconta la guerra delle donne contro le mutilazioni genitali che purtroppo, secondo rilevazioni dell’Unicef e dell’Organizzazione mondiale della sanità, sono ancora praticate in trenta paesi del mondo, la maggior parte dei quali in Africa.

 

 

Ho visto il suo lavoro a Cortona on the move di quest’anno e mi ha impressionato aprendomi  gli occhi su una pratica orrenda della quale avevo sentito parlare ma non conoscevo bene di cosa si trattasse…

  

THE PHOTOGRAPHER OF THE WEEK #020

EDWARD BURTYNSKY

Edward Burtynsky,

(St. Catharines, 22 febbraio 1955)

 

fotografo e artista canadese tra i più famosi al mondo documenta l’impatto dello sviluppo industriale sull’ambiente ed è capace di trovare la bellezza estetica pur fotografando in luoghi improbabili come siti minerari, discariche, raffinerie.

Le sue opere sono esposte in oltre sessanta musei tra i più importanti al mondo.

 

Pur non essendo io un amante del genere lui mi affascina in maniera esagerata…

 

THE PHOTOGRAPHER OF THE WEEK #019

PHILIP LORCA DI CORCIA

Philip-Lorca diCorcia 

(Hartford, Connecticut 1953)

 

Fotografo statunitense che ha creato uno stile combinando la tradizione documentaristica fatta di scene rubate ad accurate composizioni sceniche proprie del cinema.

Riesce con la sua visione fotografica a stimolare riflessioni intime, personali, aperte a numerose interpretazioni grazie a perfette composizioni e un uso della luce magistrale mischiando con maestria l’illuminazione reale a quella artificiale.

 

L’ho scoperto da poco per mia ignoranza ma… non è mai troppo tardi