ACQUA

ACQUA
ACQUA

 

L'acqua che tocchi de' fiumi è l'ultima di quelle che andò e la prima di quella che viene. Così il tempo presente...
 
Leonardo da Vinci

FILO SOTTILE...

- “Il filo sottile che tiene insieme due persone”.

- Quale filo?

- Il filo di tutto quello che le tiene legate, anche quando sono lontane. Anche quando non si vedono e non si parlano.

- Perché dici il filo?

- Perché è una cosa molto sottile e molto resistente, no? Che puoi anche non vedere, ed è estensibile quasi senza limiti attraverso la distanza e il tempo e l’affollamento delle altre persone che occupano lo spazio e lo attraversano in ogni direzione.

Però non è affatto scontato che ci sia, il filo.

- No?

- No. Magari due pensano di essere molto legati, poi appena provano ad allontanarsi scoprono che in realtà stanno benissimo ognuno per conto suo.

- E allora perchè pensavano di essere legati?

- Perchè erano tenuti insieme da una colla di pura abitudine e oggetti e luoghi condivisi e gesti stratificati. E’ una colla così forte da sembrare una saldatura permanente, ma appena uno dei due prova a staccarsi non c’è nessun filo che lo segua.

- Che triste.

- Sì. La maggior parte dei legami sono di questo genere, credo.

- Come fai a sapere che invece il filo c’è?

- Quando provi a romperlo, e ti trovi in caduta libera attraverso il senso delle cose.

- E di cosa è fatto, questo filo?

- Di uno scambio continuo di domande e risposte. Sguardi, anche solo immaginati. Assonanze e intuizioni e sorprese, curiosità reciproca che non si esaurisce. E similitudini, e differenze.

 

Andrea De Carlo

 

MISS POIS couture pas pour tous

COLLECTION S/S 2015
COLLECTION S/S 2015

VERTIGINI...

Le vertigini sono distorsioni della percezione sensoriale dell’individuo.

Tale distorsione influisce sul movimento dandogli un'errata percezione dello stesso.

 

Giocando con uno zampirone, doppie esposizioni e zoom mi sono divertito a causarmi delle vertigini...

 

E LUCE CONTINUA SIA...

Ho da poco acquistato su Amazon la lampada a led Dual Bulbe AL-198C, faretto a luce continua dell’Aputure che a differenza dei modelli precedenti (AL-198CA e AL-198CB) offre la possibilità di variare la temperatura colore da 3200°K a 5500°K tramite un dimmer posto sul retro permettendo così di passare rapidamente da una luce calda a un tipo di illuminazione più fredda.

 

Il Faretto sviluppa una luce  molto buona e può essere utilizzato sia per le reflex DSLR che per le videocamere in quanto l'illuminazione che produce è completamente priva di sfarfallio, perfettamente portatile anche se non proprio piccolo, è un ottima soluzione per illuminare ovunque.

 

La lampada è piuttosto potente e le specifiche fornite dal fabbricante riportano come valori 1,325 lux a 1 metro e 166 lux a 3 metri.

 

 

Per l’alimentazione è possibile utilizzare sei batterie AA oppure una batteria al litio, la carica della batteria residua è possibile visualizzarla tramite un indicatore a 4 led premendo un bottone sul retro.

 

Oltre al potenziometro che regola la temperatura colore, sul retro ne troviamo un altro che regola l’intensità dei led e che ci permette dalla massima potenza di oscurare completamente.

 

Espandibile fino a nove unità montate grazie alle slot poste sui quattro lati, (anche se non la ritengo una soluzione proprio comoda comoda) la lampada è molto brillante, adattabile, facile da usare e piuttosto economica… come tutte le cose non perfetta ma credo che questa lampada sia funzionale e anche esteticamente gradevole, nei prossimi giorni farò qualche prova e magari posto qualche scatto... vedremo sul campo come si comporta...

 

Batterie al litio compatibili:

 

Sony NP-F serie: NP-F550/F570/F770/F960/F970

NP-FM serie: FM50/FM51/FM55H/FM500H


NP-QM serie: QM50/QM51/QM71D/QM91D

 

Caratteristiche principali :

 

- Lampadine led a progettazione speciale

- Manopola per la regolazione della luminosità

- Manopola per la regolazione della temperatura colore

- Indicatore di carica della batteria

- Espandibile fino a 9 pannelli led tramite slitta in dotazione

- Lampade a lunga durata, di alta qualità (198 led di circa 5 mm ciascuno)

- Potenza totale:< 10w

- Di tensione: 5.5-9v

- Durata media della vita: 50000h

- Centro flusso luminoso( lx): 800

- Modalità di raffreddamento: ventilazione naturale

- Batteria: 6* batterie aa o NP-F550,, np-fm55h, batteria NP-FH60,(non inclus)

- Dimensioni: 151* 100* 56

- Peso: 325g

REPORTAGE CON I FIOCCHI...

Trenta anni di lavoro nel continente africano attraverso angoli remoti di 40 paesi e 270,000 miglia hanno portato Carol Beckwith ed Angela Fisher ad esplorare più di 150 culture africane. Nel loro percorso, le due fotografe hanno dato luce a quattordici libri e fatto quattro film sull'Africa tradizionale. Rese famosi dalle loro fotografie che documentano cerimonie tradizionali derivanti da culture vecchie di migliaia di anni avuto accesso a riti tribali africani. Il loro impegno volge soprattutto a preservare tradizioni culturali africane vulnerabili ai trend della modernità.

 

Il loro approccio profondamente rispettoso con le popolazioni tribali, combinato con le loro abilità fotografiche crea un ritratto intimo di cerimonie che non sarebbe stato possibile documentare in altro modo.

 

 

Una delle etnie che hanno fotografato durante i loro viaggi sono i Dinka, etnia Nilotica del Sudan del sud che vive dal X secolo lungo le sponde del fiume Nilo e parlano una lingua appartenente al gruppo nilo-sahariano.  I Dinka sono circa tre milioni  divisi in circa 21 gruppi, ognuno col suo proprio leader legittimo.

L’allevamento è la loro principale risorsa economica che, accompagnato da agricolture e pesca, li rende autosufficienti per quello che riguarda l’alimentazione.

Tradizionalmente, i Dinka portano pochi vestiti, ed è normale che un uomo adulto vada completamente nudo, fatto salvo le collane attorno al collo. Le donne normalmente portano solo una pelle di capra alla vita. Curano molto, specialmente gli uomini, l'ornamentazione del corpo. Normalmente tolgono alcuni denti per una questione puramente estetica. Gli uomini che si dedicano al pascolo, utilizzano cenere di sterco di vacca per scacciare le zanzare. È facile vedere uomini, specialmente tra i giovani, coi capelli tinti di rosso, per fare ciò  utilizzano orina di vacca, mentre le donne si radono la testa e le sopracciglia, lasciandosi solo un cespuglio di capelli sopra alla testa.

 

Le foto di Carol e Angela ci permettono di entrare nella vita di questo popolo, personalmente adorando questo tipo di fotografia sarò di parte ma vale veramente la pena dare un’occhiata ai loro lavori…

 

http://carolbeckwith-angelafisher.com/

 

RIPESCAGGI #001

Rovistando nel mio archivio fotografico mi capita spesso di trovare foto che in un primo momento non mi erano piaciute ed avevo accantonato. Rivedendole poi a distanza di tempo alcune di esse le rivaluto effettuando in questo modo una sorta di "ripescaggio".

Naturalmente niente di eccezionale però, vuoi forse perche mi ricordano momenti particolari piuttosto che sensazioni, oppure luoghi, le vedo insomma con occhi diversi e con questo spirito prende forma Ripescaggi.

 

si arricchirà man mano troverò nel cassetto qualcosa che mi susciterà nuovo interesse...

 

Dal paese dei sorrisi e dei silenzi... collane di fiori profumatissimi...

 

BURMA - VENDITRICE DI FIORI
BURMA - VENDITRICE DI FIORI

IPHONEOGRAPHY one photo one day Giugno 2014

TERMINA L'ANNO... 365 SCATTI

One photo one day Giugno 2014
One photo one day Giugno 2014